Dettagli sartoriali: i bottoni

Le stelle sono bottoni di madreperla
e la sera si veste di velluto.

(Dino Campana)

Nella vita di tutti i giorni ci permettiamo di trascurare qualche particolare, ma nel mondo della moda il dettaglio è tutto!

Anche i bottoni sono dettagli sartoriali di grande valore, veri e propri oggetti d’arte legati alla moda e alla sua storia.

Chi pensa che servano solo a unire due lembi di stoffa, commette un errore! Questi piccoli pezzi decorativi sono fondamentali stilisticamente parlando, e possono modificare radicalmente un capo, facendo la differenza anche su abiti di qualità.

 

dettagli sartoriali i bottoni

Bottoni vintage in pasta, ossia plastica lavorata.

dettagli sartoriali i bottoni

Bottoni chiari, in madreperla e madreperla serigrafata.

 

Brevissima storia del bottone

I bottoni si diffondono già nel Medioevo come pregiati elementi decorativi, realizzati dai migliori orafi in madreperla, oro e argento. Per tutto il ‘500 continuano ad avere funzione ornamentale. Lo dimostra la mancanza di asole negli abiti del tempo.

L’epoca più florida per il bottone è il ‘700, quando la moda francese è all’apice del suo splendore. In questo secolo i bottoni assumono anche la loro funzione, ma restano oggetti preziosissimi, di grandi dimensioni e pieni di pietre, come i diamanti.

Successivamente, il bottone come oggetto artistico scomparirà, per lasciare il posto alla produzione industriale.

Nel corso del ‘900 i bottoni in plastica si diffondono rapidamente perché più economici, resistenti e in grado di imitare qualsiasi altro materiale. L’utilizzo massiccio di cerniere, velcro e bottoni a pressione (insieme alla diffusione della bigiotteria) riduce considerevolmente l’uso di bottoni preziosi.

All’inizio degli anni ’60 nuovi stilisti cambiano la storia della moda. Coco Chanel, Pierre Cardin, Armani e Valentino creano bottoni eleganti, ricchi e pregiati, che diventano protagonisti dell’abito.

dettagli sartoriali i bottoni

Una meraviglia firmata Chanel, che creò il suo stile accostando metalli, pietre colorate e perle.

dettagli sartoriali i bottoni

Nella nostra collezione anche gli iconici bottoni Versace!

 

Se dal passato s’impara, le nuove generazioni dovrebbero riscoprire la storia e riscattare oggetti di stile come questo, di grande inspirazione per il presente e il futuro.

 

Come è fatto il bottone

Un bottone è un oggetto normalmente piatto e tondeggiante, ma le sue forme sono delle più varie: ovali, quadrati o variamente sagomati, elaborati in maniera barocca, lasciando libero arbitrio alla fantasia.

Possiede dei buchi, generalmente due o quattro, per legarlo all’abito con una cucitura. Al posto dei buchi può esserci un occhiello sporgente dove far passare il filo.

dettagli sartoriali i bottoni

Blu! I bottoni di Chanel insieme a due serie di bottoni vintage, in ceramica e madreperla.

dettagli sartoriali i bottoni

Rosa! Chanel con altre serie di bottoni vintage, in pasta e madreperla serigrafata. E le cozze, dalla forma allungata, firmate Versace!

dettagli sartoriali i bottoni

Preziosi bottoni vintage dorati e nere in diverse forme floreali.

Nel tempo, il bottone è stato realizzato con moltissimi materiali, purché sufficientemente solidi (osso, legno, madreperla, cocco, metallo, vetro, ceramica, materiale plastico…).

Come si abbottona un cappotto?

Se sull’abito è un dettaglio decorativo e stilistico, su un cappotto sartoriale il bottone assume anche la funzione di unire due lembi di stoffa. Il bon ton e l’etichetta prevedono delle regole di stile per il suo corretto utilizzo.

Ogni modello di giacca ha la sua abbottonatura.

• Se c’è solo un bottone, si abbottona solo quando si sta in piedi, per evitare antiestetici rigonfiamenti.

• Se i bottoni sono due,  si abbottona solo quello più alto.

La regola è che non si deve mai chiudere il bottone più in basso.

 

• Anche nella giacca a doppiopetto, si allaccia il bottone superiore e volendo anche quello centrale. Mai quello inferiore, che ha un ruolo puramente decorativo.

bottoni cappotto miocollo jenni b.

Il cappotto Miocollo, un doppiopetto firmato Jenni B.

dettagli sartoriali i bottoni

Il nostro cappotto Lilli, con i suoi esclusivi bottoni.

Come noi  vi siete innamorate dei bottoni, questi meravigliosi dettagli sartoriali? Allora non potete fare a meno di visitare il Museo del Bottone, a Sant’Arcangelo di Romagna, e la sua collezione di oltre 12mila oggetti d’arte!

Avatar

Barbara Jenny Lucchina

Barbara Jenny Lucchina, titolare di Jenni B., e stilista diplomata alla Marangoni nel 1994. Esperta di stile.

No Comments

Scrivi un commento