Sartoriale e su misura: qual è la differenza?

Sartoriale e su misura: due tradizioni del fare a mano, spesso confuse ma che hanno significati e modalità profondamente diversi. Scopriamo insieme quali sono.

Il capo sartoriale viene tagliato singolarmente, cucito e rifinito da una sola persona,  rigorosamente a mano, all’interno di un laboratorio con altissime competenze artigianali. La caratteristica più significativa della lavorazione sartoriale è la cura del dettaglio, l’abilità artigianale che rende ogni abito un’opera d’arte mai uguale alle altre.

Un abito sartoriale è un capo d’abbigliamento realizzato a mano da un sarto professionista, in tutte le sue parti.

 

sartoriale e su misura differenze

sartoriale e su misura differenze

Il capo su misura invece è tagliato e studiato per la persona che lo indosserà.  È un capo plasmabile, perché in corso d’opera il sarto e lo stilista correggono eventuali difetti e ne valorizzano le qualità, in base al tuo fisico e alle tue esigenze. Sarai guidata dall’esperienza e dal gusto di un’esperta di stile. Il tuo abito da cerimonia o da sera si adeguerà perfettamente all’occasione e alla tua personalità. Scegliere un capo su misura significa valorizzare le linee e la fisicità di ogni donna, con tagli personalizzati e accuratezza in ogni soluzione sartoriale.

Un abito su misura è un capo d’abbigliamento esclusivo, un assoluto pezzo unico, ideato e realizzato ad hoc per chi lo dovrà indossare.

 

sartoriale e su misura differenze

Avatar

Barbara Jenny Lucchina

Barbara Jenny Lucchina, titolare di Jenni B., e stilista diplomata alla Marangoni nel 1994. Esperta di stile.

No Comments

Scrivi un commento